Lunedì 14 Maggio 2018 - 15:00

Catalogna, indipendentista Quim Torra eletto nuovo presidente

Era stato scelto come candidato dal presidente deposto e in esilio Carles Puigdemont

Catalogna, migliaia in piazza a Barcellona dopo arresto Puigdemont

L'indipendentista Quim Torra è stato eletto nuovo governatore della Catalogna dal Parlamento catalano. Torra, scelto come candidato dal presidente deposto e in esilio Carles Puigdemont, ha promesso di continuare a "costruire uno Stato indipendente" dalla Spagna. È stato eletto con 66 voti dei grandi partiti separatisti contro 65 dell'opposizione; quattro gli astenuti.

Mercoledì scorso, il governo spagnolo è intervenuto per sbarrare la strada a una possibile rielezione di Puigdemont, costringendo i separatisti a presentare un nuovo candidato per poter finalmente formare il governo. Il consiglio dei ministri aveva chiesto alla Corte Costituzionale di annullare una legge approvata la settimana precedente dal Parlamento catalano, che avrebbe permesso di incaricare l'ex presidente, che è assente dal Paese da quando è fallito il tentativo di secessione. Puigdemont è in Germania in attesa di una possibile estradizione in Spagna, che vorrebbe processarlo per "sedizione" e "appropriazione indebita di fondi pubblici".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

AFGHANISTAN-UNREST-BLAST

Afghanistan, kamikaze contro scuola in zona sciita: almeno 37 morti

Sono per la maggior parte studenti. Nessun gruppo ha rivendicato la violenza

EGYPT-UNREST-CHURCH-ATTACK

Sudan, naufragio sul Nilo: muoiono 22 bambini e una donna

La barca è affondata a causa di un guasto al motore

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

Aquarius attracca a Malta: migranti accolti anche dall'Italia

Dopo tre giorni di attesa in mare, la nave dell'Ong arriva al porto di La Valletta: dei 141 a bordo 67 sono minori non accompagnati

Israele, Benjamin Netanyahu in conferenza stampa

Distensione in Medioriente: Israele riapre passaggio merci verso Gaza

Segnale di temporaneo disgelo tra le parti in conflitto. Ma la tregua vera è ancora lontana